Così Di Maio ha taroccato le liste in gran segreto. Sputtanato: ecco le prove che distruggono il M5s

Senza nessuna comunicazione ufficiale il Movimento 5 stelle ha deciso di modificare le liste dei candidati uscite dalle parlamentarie. Secondo quanto riporta Corriere.it, l’elenco degli aspiranti parlamentari reperibile sul blog delle stelle – in formato Pdf – è cambiata, e non si esclude che possano esserci altri aggiustamenti.

Alcuni candidati sono del tutto scomparsi mentre altri hanno cambiato collocazione. E’ sparito per esempio Gedorem Andreatta, candidato per la Camera in Veneto. In Calabria non è più in lista al Senato Maria Pompilio,sostituita da Silvana Abate. Alla Pompilio, secondo alcune indiscrezioni, viene contestata la candidatura di facciata: il marito infatti in passato è stato candidato nell’Udc di Pier Ferdinando Casini. In Lombardia 1, collegio 03 Camera, è saltata la candidatura di Raffaella Loforte: “So che ci sono stati problemi con la residenza”, ha spiegato Manlio Di Stefano, deputato uscente.

Scambio di collegi, invece, alla Camera: i candidati della zona Cuneo-Alessandria hanno preso il posto di quelli del collegio di Torino. “Nessun mistero – dice all’Adnkronos Fabiana Dadone, capolista nel collegio Piemonte 2-01 – si tratta di una rettifica: nella prima stesura c’è stato un errore, ora è stato corretto. Io risultavo capolista nel torinese, ora lo sono a Cuneo, come è giusto sia”. In ogni caso, nel nuovo regolamento pentastellato spetta al partito dare il via libera definitivo alle candidature.

Commenti Facebook