“Tutte le donne sono esseri inferiori”. Ecco cosa insegnano i libri delle scuole Islamiche. Integrazione?

L’allarme degli ispettori scolastici in Gran Bretagna: la sharia si diffonde nelle scuole musulmane

Gb, libri nelle scuole islamiche: “Tutte le donne sono inferiori”

In Gran Bretagna hanno un problema. E si chiama libri di testo islamici. Nelle scuole di confessione musulmana nel Regno Unito, infatti, gli espettori scolastici hanno scoperto che in molti libri viene insegnato che i mariti hanno tutto il diritto di pestare le mogli, che donne sono inferiori e che, soprattutto, non hanno alcun diritto di aspirare a particolari ambizioni. Tipo lavorare.

Choc nelle scuole islamiche

Il dati che emergono dalle ispezioni sono scioccanti. In Gran Bretagna, come scrive il Corriere, esistono ben 177 scuole musulmane, non finanziate dallo Stato ma comunque accettate. E non sempre rispettano i valori occidentali e quelli britannici. Anzi. Sembra l’imposizione della sharia che avanza in Europa. In molte scuole. infatti, gli ispettori governativi hanno trovato l’imposizioe del velo, anche in alcune scuole elementari, la segregazione tra maschi e femmine e soprattutto l’invito alle donne a non partecipare alle lezioni di nuoto.

Le donne nelle scuole

La donna considerata inferiore, ecco cosa emergerebbe dai controlli del governo britannico. I controlli hanno provocato, come era normale attendersi, reazioni choc nel mondo musulmano. Alcuni hanno accusato il governo di dare troppe attenzioni solo agli istituti di fede musulmana, dimostrando un approccio razzista. L’ispettore capo, però, ha risposto affermando che i recenti attentati terroristi giustificano una particolare attenzione delle autorità a questi istituti. Perché gli attentati terroristici che hanno insanguinato l’Europa, di fatto, costringono gli Stati occidentali a controllare che nelle scuole venga diffusa la cultura europea. E non quella islamica radicale.

Commenti Facebook